GREENTERNET: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
   
 
     
 
 
     
     
 

AMBIENTE

 Facebook            
I Ghiacciai nel 2100:
Uno scenario inquietante.
 

Marina Berardi
1/14/2011
 

 

EMAIL

Secondo uno studio realizzato dai geofisici Valenti Radic e Regina Hock dell'università dell'Alaska,i cambiamenti climatici in atto potrebbe portare alla sparizione dei 3/4 dei ghiacciai alpini entro il 2100.

Il primo studio basato sui dati raccolti tra il 1961 ed il 2004 su più di 300 ghiacciai, prevede che i ghiacciai di montagna perderanno dal 15 al 27% del loro volume entro il 2100. Questa riduzione avrà un forte impatto sull'idrologia regionale e sulla disponibilità locale di risorse idriche.

Alcune regioni saranno più colpite di altre a seconda dell'altitudine dei ghiacciai, della natura del terreno e della loro localizzazioni più o meno sensibile al riscaldamento climatico. Così mentre la Nuova Zelanda potrebbe perdere mediamente il 72% dei suoi ghiacciai (tra il 65% ed il 79% a seconda dell'errore di approssimazione) e le regioni Alpine il 75% (tra il 60% ed il 90%) la Groenlandia conterrebbe la perdita nell’8% circa e gli alti massicci asiatici intorno al 10%.

Questi dati, combinati con su uno degli scenari intermedi realizzati dal Gruppo Intergovernativo di Esperti delle Nazioni Unite (GIC) sull'evoluzione del clima, nell'ultimo rapporto del 2007 che coniuga crescita demografica, economica, ricorso alla fonti di energia meno inquinanti e prevede un innalzamento della temperatura del pianeta di 2,8° nel corso del XXI secolo ed un innalzamento medio del livello del mare di 12 centimetri entro la fine del secolo (anche se questo dato non tiene conto della dilatazione degli oceani dovuta al riscaldamento).

Questo modello non tiene conto delle calotte glaciali Antartiche e della Groenlandia che costituiscono il 99% dell'acqua dolce del pianeta. Se una delle due dovesse sciogliersi in modo significativo il livello degli oceani non si innalzerebbe di pochi centimetri bensì di alcuni metri con conseguenze catastrofiche per le città costiere.

Questo scenario catastrofico emerge da uno studio realizzato dall’Università di Calgary che tiene conto dell’inezia dei gas serra, ipotizza lo scioglimento di una consistente parte dell'Antartide entro l'anno 3000, che porterebbe all’innalzamento del livello del mare di 4 metri.

Secondo questo studio, anche se tutte le emissioni di gas serra dovessero interrompersi entro il 2100 il riscaldamento si protrarrebbe ancora per alcuni secoli.

Questo studio si basa su uno scenario del GIC più pessimista del precedente che prevede un innalzamento della temperatura di 3,4° entro la fine del secolo. In quest'ipotesi il riscaldamento profondo dei mari australi potrebbe portare ad un "largo affondamento" della parte occidentale della calotta antartica da qui al 3000.

Nulla viene ipotizzato di cosa accadrà alla specie umana entro quella data.

 

commenta...

 Facebook            
 
 
 
MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
Crowdfunding e CrowdFuture
L'alternativa possibile


Di crowdfunding, ovvero il processo di finanziamento collaborativo a favore di progetti, iniziative e startup, si parla da tempo in tutto il mondo, ed iniziano ad esserci casi di successo grandi e piccoli.

[leggi tutto]

 
 
AMBIENTE
Imagine All the Water
La seconda puntata di Generation Awake


“Imagine All the Water” è la seconda parte della campagna di informazione lanciata in primavera dalla Direzione Ambiente dell’Unione Europea “Generation Awake” ?

[leggi tutto]

 
 
Meat Free Monday
GreenWashing o impegno reale?


"Meat Free Monday" letteralmente "niente carne il lunedì" è un sito che aiuta gli utenti ad avere un giorno della settimana in cui non si mangia carne (non necessariamente il lunedì),

[leggi tutto]

 
 
La CO2 nel mondo
Il nuovo atlante interattivo di The Guardian


The Guardian ha recentemente pubblicato un atlante delle emissioni di CO2 dovute al consumo di energia nel mondo. Dall’atlante interattivo è possibile analizzare i dati singoli o per aree, sia in valori assoluti in termini di tonnellate per paese, sia di tonnellate per abitante e per anno, ed anche in rapporto al PIL (tonnellate per milione di dollari di PIL).

[leggi tutto]

 
 
Rio +20 Messages from the World
Eco dal Mondo


Dal 20 al 22 giugno a distanza di venti anni dalla prima conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile si terrà a Rio de Janeiro "Rio 20+". Durante la conferenza persone da ogni parte del globo si riuniranno per discutere sulle azioni da intraprendereper gestire in modo sostenibile e duraturo il nostro futuro comune.

[leggi tutto]

 
 
8 Giugno Giornata Mondiale degli Oceani 2012
Il futuro è nelle giovani generazioni


Oggi si celebra la Giornata Mondiale degli Oceani, organizzata a partire dal 2002 dal The Ocean Project e The World Ocean Network



[leggi tutto]

 
 
 
 
 
 
2018
 
2008  2009  2010  2011  2012  2013  2014  2015  2016  2017  2018