GREENTERNET: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
   
 
     
 
 
     
     
 

Lifestyle

 Facebook            
Natale Ecologico

 

Simona Garenna
12/10/2010
 

 

EMAIL

Anche quest’anno il Natale è alle porte. Tradizione sacra e immancabile per qualcuno, festa consumistica per altri. Eppure, tutti ci troviamo a dover  fare i conti con regali, cene, alberi, presepi e addobbi. Perché allora non approfittare dell’evento più popolare e “buono” dell’anno per accrescere la nostra anima ecologista e diffondere la buona novella di un mondo più verde e sostenibile? Già, perché esistono degli accorgimenti che possono rendere il Natale una festa a prova di sostenibilità.

Innanzi tutto l’albero. Siamo forse fuori tempo massimo per fornire consigli utili sul suo acquisto, visto che la tradizione vorrebbe che fosse addobbato l’8 dicembre, ma per chi fosse in ritardo possiamo consigliare di preferire gli alberi veri da acquistare nei vivai che sostengono la ricostruzione delle foreste, ai quali potranno essere riconsegnati alla fine delle feste per essere ripiantati. In alternativa si possono riutilizzare i rami di potatura dei boschi che costano poco e non danneggiano l’ambiente. Per le decorazioni e gli addobbi casalinghi il consiglio è quello di evitare gli oggetti di plastica da sostituire con suppellettili che potrete fare voi stessi con tutti i materiali di riciclo che possono venirvi in mente; potrebbe essere una buona occasione per trascorrere un po’ di tempo in famiglia e con gli amici stimolando la creatività. Ricordiamo inoltre che le luminarie e le altre luci consumano veramente tanta energia, sarebbe quindi il caso di preferire quelle a basso consumo e spegnerle quando non si è in casa e la notte. Terminiamo la parte dedicata alle decorazioni ricordando che la neve e i colori spray sono nocivi per la salute poiché possono contenere il solvente diclorometano, un potenziale cancerogeno.

Paliamo ora dell’incubo natalizio per eccellenza: i regali. Al posto di stressarci per trovare qualcosa che incontri i gusti altrui (cosa che per altro non si realizza mai), potremmo cercare di infondere lo spirito Green attraverso questo rito. Scegliere prodotti equosolidali, ricavati dal riuso e riciclo dei materiali, prodotti da aziende ecocompatibili e comunque aderenti ai principi del consumo responsabile potrebbe essere il modo per trasmettere anche ai più accaniti fan del consumismo una nuova visione della vita. Inoltre cerchiamo di evitare i materiali da incarto contenenti alluminio come le buste e la carta metallizzata che non può essere riciclata, la cui produzione è altamente inquinante. Lo so, i pacchetti che brillano fanno fare più bella figura, ma una carta grezza, magari di un bel rosso, potrebbe comunque conferire un aspetto sobrio ed elegante al vostro pacchetto senza farvi sfigurare.

Ed ora passiamo alla parte della festa che preferisco, quella culinaria! Per la cena del 24 a base di pesce sarebbe meglio evitare il pesce spada, i gamberi e il tonno. Queste specie infatti vengono pescate selvaggiamente e sono gravemente in pericolo. Meglio quindi il pesce azzurro, specie se di provenienza italiana. Come italiani e con pochi km di trasporto dovrebbero essere tutti i prodotti che porteremo sulla tavola: meglio frutta di stagione coltivata nelle nostre terre, alimenti che non necessitino di conservanti e pesticidi e magari un panettone artigianale. Se poi potessimo anche evitare di apparecchiare con stoviglie di plastica, oltre che rendere contenta la natura eviteremo anche l’antiestetico contrasto tra il calore dei colori natalizi e l’anonimo dei piatti di plastica. Per finire, evitiamo di cucinare più del dovuto: in primis per evitare gli sprechi, ma soprattutto, per evitare di mettere su chili!

Buon Natale a tutti!

 

commenta...

 Facebook            
 
 
 
MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
Crowdfunding e CrowdFuture
L'alternativa possibile


Di crowdfunding, ovvero il processo di finanziamento collaborativo a favore di progetti, iniziative e startup, si parla da tempo in tutto il mondo, ed iniziano ad esserci casi di successo grandi e piccoli.

[leggi tutto]

 
 
AMBIENTE
Imagine All the Water
La seconda puntata di Generation Awake


“Imagine All the Water” è la seconda parte della campagna di informazione lanciata in primavera dalla Direzione Ambiente dell’Unione Europea “Generation Awake” ?

[leggi tutto]

 
 
Meat Free Monday
GreenWashing o impegno reale?


"Meat Free Monday" letteralmente "niente carne il lunedì" è un sito che aiuta gli utenti ad avere un giorno della settimana in cui non si mangia carne (non necessariamente il lunedì),

[leggi tutto]

 
 
La CO2 nel mondo
Il nuovo atlante interattivo di The Guardian


The Guardian ha recentemente pubblicato un atlante delle emissioni di CO2 dovute al consumo di energia nel mondo. Dall’atlante interattivo è possibile analizzare i dati singoli o per aree, sia in valori assoluti in termini di tonnellate per paese, sia di tonnellate per abitante e per anno, ed anche in rapporto al PIL (tonnellate per milione di dollari di PIL).

[leggi tutto]

 
 
Rio +20 Messages from the World
Eco dal Mondo


Dal 20 al 22 giugno a distanza di venti anni dalla prima conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile si terrà a Rio de Janeiro "Rio 20+". Durante la conferenza persone da ogni parte del globo si riuniranno per discutere sulle azioni da intraprendereper gestire in modo sostenibile e duraturo il nostro futuro comune.

[leggi tutto]

 
 
8 Giugno Giornata Mondiale degli Oceani 2012
Il futuro è nelle giovani generazioni


Oggi si celebra la Giornata Mondiale degli Oceani, organizzata a partire dal 2002 dal The Ocean Project e The World Ocean Network



[leggi tutto]

 
 
 
 
 
 
2018
 
2008  2009  2010  2011  2012  2013  2014  2015  2016  2017  2018