GREENTERNET: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
   
 
     
 
 
     
     
 

AMBIENTE

 Facebook            
Aria Inquinata nelle Scuole Europee
Polveri Sottili e CO2 oltre i limiti
 

Silvia Savarese
9/15/2010
 

 

EMAIL

C’è aria nera nelle nostre scuole. A rivelarlo è lo studio pilota Hese, Effetti dell’ambiente scolastico sulla salute, un progetto dell’Unione Europea, coordinato da Piersante Sestini dell’Università di Siena, a cui ha partecipato per quanto riguarda il quadro italiano, l’istituto IFC-CNR (Istituto Fisiologia Clinica - Consiglio Nazionale delle Ricerche).


Secondo questo studio l'aria delle scuole europee risulterebbe inquinata con una esposizione degli alunni alle PM10 (polveri respirabili con diametro fino a dieci micron) e alla CO2 superiore agli standard.

logo HeseSono stati presi in esame un campione di 600 alunni (con età media di 10 anni) di scuole italiane ed europee. Precisamente sono stati analizzati istituti scolastici in Danimarca (Aarhus), Francia (Reims), Norvegia (Oslo), Svezia (Uppsala) e Italia (Siena e Udine) dove il livello di esposizione degli alunni alle PM10 e alla CO2 è risultato superiore agli standard in 2/3 delle aule prese in esame. Gli unici Paesi che si salvano sono Svezia e Norvegia, i quali garantiscono nelle loro scuole sistemi di ventilazione meccanici.


La conseguenza più evidente di questa esposizione, riportata in un articolo di Marzia Simoni  sull'European Respiratory Journal (la più importante rivista europea di settore), è che si sono riscontrati frequenti problemi respiratori nei bambini, collaboratrice dell'Unità di Epidemiologia Ambientale Polmonare dell'IFC del CNR di Pisa. E lo studio ha richiesto un attento monitoraggio da parte dei ricercatori.
Giovanni Viegi, direttore dell’IBIM (Istituto di Biomedicina e Immunologia Molecolare) del Cnr di Palermo, afferma che i parametri presi in esame dai ricercatori hanno preso in considerazione vari fattori tra cui: la temperatura, l’umidità relativa, le polveri respirabili, l’anidride carbonica, il biossido d’azoto, composti organici volatili, ozono, allergeni, muffe; focalizzandosi sulla concentrazione nelle aule di un inquinante (PM10) e di un indicatore di scarsa qualità dell’aria causato da affollamento in ambienti poco ventilati (anidride carbonica).

PM10_scuole inquinateMarzia Simoni ha spiegato che per la concentrazione di PM10, la soglia suggerita dall’EPA (Environmental Protection Agency) per esposizioni a lungo termine, 50 microgrammi (mg) per m3, risulta superata nel 78% delle aule monitorate. Ed ecco i dati: la maglia nera è stata assegnata alla Danimarca (circa 170 mg/m³), seguita poi dall’Italia (circa 150 mg/m³). In questi due Paesi inoltre le PM10 sono risultate spesso superiori persino allo standard Epa per esposizione a breve termine (150 mg/m3). Qual è dunque la principale conseguenza di tutto questo? Come spiega ancora Viegi: "sono state raccolte informazioni su sintomi e malattie respiratorie, in particolare la presenza nell'ultimo anno, di sibili, tosse secca notturna e rinite e la pervietà nasale, cioè il grado di apertura delle narici. Un sottocampione di bambini è stato sottoposto ad alcuni test clinici, tra cui spirometria, test allergologici cutanei, rinometria acustica, raccolta di secrezioni nasali, valutazione dell'irritazione degli occhi".

Per gli studiosi, quindi, il ruolo di un'adeguata ventilazione per mantenere una buona qualità dell'aria nelle aule risulta evidente. Si salvano dalla cattiva aria, solo gli istituti scolastici che non puntano esclusivamente sulla ventilazione naturale, ovvero tramite l’apertura delle finestre, ma scelgono sistemi di ventilazione meccanici, come avviene appunto nelle aule svedesi e in parte delle norvegesi.

"Per la prima volta - sottolinea il responsabile dell'IBIM - CNR di Palermo - lo studio Hese ha permesso un corretto confronto della situazione ambientale nelle scuole europee e ha evidenziato la necessità, da parte delle autorità di sanità pubblica, di promuovere la consapevolezza dell'impatto che la qualità dell'aria può avere sulla salute dei bambini".
Per saperne di più, Progetto Hese. I primi risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista di divulgazione scientifica European Respiratory Journal.

 

commenta...

 Facebook            
 
 
 
MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
Crowdfunding e CrowdFuture
L'alternativa possibile


Di crowdfunding, ovvero il processo di finanziamento collaborativo a favore di progetti, iniziative e startup, si parla da tempo in tutto il mondo, ed iniziano ad esserci casi di successo grandi e piccoli.

[leggi tutto]

 
 
AMBIENTE
Imagine All the Water
La seconda puntata di Generation Awake


“Imagine All the Water” è la seconda parte della campagna di informazione lanciata in primavera dalla Direzione Ambiente dell’Unione Europea “Generation Awake” ?

[leggi tutto]

 
 
Meat Free Monday
GreenWashing o impegno reale?


"Meat Free Monday" letteralmente "niente carne il lunedì" è un sito che aiuta gli utenti ad avere un giorno della settimana in cui non si mangia carne (non necessariamente il lunedì),

[leggi tutto]

 
 
La CO2 nel mondo
Il nuovo atlante interattivo di The Guardian


The Guardian ha recentemente pubblicato un atlante delle emissioni di CO2 dovute al consumo di energia nel mondo. Dall’atlante interattivo è possibile analizzare i dati singoli o per aree, sia in valori assoluti in termini di tonnellate per paese, sia di tonnellate per abitante e per anno, ed anche in rapporto al PIL (tonnellate per milione di dollari di PIL).

[leggi tutto]

 
 
Rio +20 Messages from the World
Eco dal Mondo


Dal 20 al 22 giugno a distanza di venti anni dalla prima conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile si terrà a Rio de Janeiro "Rio 20+". Durante la conferenza persone da ogni parte del globo si riuniranno per discutere sulle azioni da intraprendereper gestire in modo sostenibile e duraturo il nostro futuro comune.

[leggi tutto]

 
 
8 Giugno Giornata Mondiale degli Oceani 2012
Il futuro è nelle giovani generazioni


Oggi si celebra la Giornata Mondiale degli Oceani, organizzata a partire dal 2002 dal The Ocean Project e The World Ocean Network



[leggi tutto]

 
 
 
 
 
 
2018
 
2008  2009  2010  2011  2012  2013  2014  2015  2016  2017  2018