GREENTERNET: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
   
 
     
 
 
     
     
 

AMBIENTE

 Facebook            
Spiagge italiane:
le più pulite, le più sporche e le dog free
 

Silvia Savarese
7/7/2010
 

 

EMAIL

 
Come ogni estate, la Guida Blu di Legambiente stila sua la classifica delle località balneari meglio attrezzate sotto il profilo ambientale e ce le segnala con le famose Vele Blu.

Quest’anno emerge subito un aspetto molto positivo, ovvero l'aumento delle località che hanno ricevuto il massimo riconoscimento, le 5 vele, come anche le 42 località che ne conquistano 4.

Nella guida, presentata da Sebastiano Venneri vicepresidente Legambiente, viene dato spazio alle spiagge, alle coste lacustri, agli hotel certificati ecolabel, ai percorsi diportistici (novità 2010) e a tutte le bellezze naturali della nostra penisola che vale la pena visitare.

Di sicuro sono le spiagge a costituire l’interesse principale della guida, ecco in ordine la classifica delle 5 vele:

Spiaggia pulitaal primo posto troviamo Pollica (Sa), insieme alle località costiere di Acciaroli e Pioppi, in virtù dell'eccel- lente lavoro di salvaguardia del paesaggio ed ai numero-si progetti di sostenibilità. In seconda posizione abbiamo invece le Cinque Terre (Sp), che sconta ancora qualche difficoltà territoriale in materia di barriere architettoniche, ma per il quale i comuni interessati hanno posto la loro attenzione. Il terzo posto se lo aggiudica Ostuni (Br), in virtù degli interventi realizzati in tema di sostenibilità, in particolare per la mobilità, l'ottimizzazione del ciclo dell'acqua ed altri progetti ben valutati. Proseguendo in quarta posizione troviamo Capalbio (Gr), in quinta Castiglione della Pescaia (Gr), in sesta Nardò (Le), in settima l’Isola di Capraia (Li), in ottava l’Isola di Salina (Me), al nono posto San Vito lo Capo (Tp) e a seguire fino alla quattordicesima posizione vediamo Bosa (Or), Baunei (Og), Noto (Sr) Posada (Nu) e Otranto (Le).

Nella classifica regionale al primo posto troviamo invece la Sardegna con 3,4 vele di media, seconda la Puglia con 3,2 vele, e la Toscana al terzo posto con 3,1. A seguire Campania (2,69), Sicilia (2,63), Abruzzo, Basilicata e Marche ex-aequo con 2,5 vele di media. La costa migliore è risultata essere il Tirreno.

Ci sono però anche dati negativi, infatti nonostante la Guida Blu di Legambiente affermi che esistono ancora un gran numero di spiagge pulite, pare che in Italia 224 km di costa non siano balneabili. A riferirlo è il Ministero della Salute, secondo cui dei 5.175 km di costa sottoposti a controllo, sui 7.375 km di costa italiana, 4.969 km sono effettivamente balneabili, per una percentuale complessiva del 96%.

Spiaggia pulita

È Caserta la provincia con le coste meno balneabili (solo il 34%), seguono le province di Rovigo (75%), Napoli (80%), Roma (86%) e Cosenza (89%). Per quanto riguarda le regioni invece, le peggiori risultano essere la Campania con solo l’81% di zona balneabile, il Veneto con il 90%, il Lazio e la Calabria col 93%, seguono Puglia, Liguria, Friuli Venezia Giulia e Sicilia col 98%.

Ulteriori novità in materia di valutazione delle acque partiranno dal prossimo anno. Secondo la nuova direttiva europea (in vigore dal 2011) le acque non saranno più valutate solamente come balneabili o non balneabili ma secondo quattro classi di qualità: eccellente, buona, sufficiente e scarsa, solo in quest’ultimo caso verrà dichiarata la non balneabilità. Anche l’analisi delle acque sarà molto più attenta e rigorosa, oltre ai parametri microbiologici, verranno considerati anche indicatori su cianobatteri, alghe tossiche, fitoplacton e agenti chimici come residui bituminosi, vetro, plastica, gomma e altri rifiuti.

Un altro problema che riguarda i nostri lidi, oltre alla pulizia e alla balneabilità, è anche la carenza di spiagge aperte agli animali. Nel periodo estivo questo è un enorme disagio per chi possiede un cane e desidera andare in vacanza al mare, spesso si è costretti a lasciare gli animali in albergo o in apposite pensioni.

La Romagna è la regione che invece si è confermata al primo posto per il più elevato numero di spiagge dog free, qui le spiagge accessibili alle persone e ai cani sono circa 40, segue la Toscana con una ventina di spiagge dog free (concentrate soprattutto all’Isola d’Elba) e si continua con Liguria, Marche, Veneto, Abruzzo e Friuli Venezia Giulia e tutte le restanti.

In Italia ci sono oltre 8.000 chilometri di coste e solo 400 chilometri sono costituiti da spiagge aperte anche ai cani.Spiaggia pulita Di spiagge adeguatamente attrezzate per ospitare gli animali ne abbiamo ancora meno, appena 40 chilometri. Questo dato diventa un problema notevole se si considera che durante il periodo estivo circa 4 milioni di cani seguiranno i loro padroni in vacanza. Ecco perché anche quest’anno è scattato l’appello ai sindaci delle località marine affinché venga garantito l’accesso ad almeno il 10% delle spiagge libere a turisti con cani al seguito.
   

commenta...

 Facebook            
 
 
 
MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
Crowdfunding e CrowdFuture
L'alternativa possibile


Di crowdfunding, ovvero il processo di finanziamento collaborativo a favore di progetti, iniziative e startup, si parla da tempo in tutto il mondo, ed iniziano ad esserci casi di successo grandi e piccoli.

[leggi tutto]

 
 
AMBIENTE
Imagine All the Water
La seconda puntata di Generation Awake


“Imagine All the Water” è la seconda parte della campagna di informazione lanciata in primavera dalla Direzione Ambiente dell’Unione Europea “Generation Awake” ?

[leggi tutto]

 
 
Meat Free Monday
GreenWashing o impegno reale?


"Meat Free Monday" letteralmente "niente carne il lunedì" è un sito che aiuta gli utenti ad avere un giorno della settimana in cui non si mangia carne (non necessariamente il lunedì),

[leggi tutto]

 
 
La CO2 nel mondo
Il nuovo atlante interattivo di The Guardian


The Guardian ha recentemente pubblicato un atlante delle emissioni di CO2 dovute al consumo di energia nel mondo. Dall’atlante interattivo è possibile analizzare i dati singoli o per aree, sia in valori assoluti in termini di tonnellate per paese, sia di tonnellate per abitante e per anno, ed anche in rapporto al PIL (tonnellate per milione di dollari di PIL).

[leggi tutto]

 
 
Rio +20 Messages from the World
Eco dal Mondo


Dal 20 al 22 giugno a distanza di venti anni dalla prima conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile si terrà a Rio de Janeiro "Rio 20+". Durante la conferenza persone da ogni parte del globo si riuniranno per discutere sulle azioni da intraprendereper gestire in modo sostenibile e duraturo il nostro futuro comune.

[leggi tutto]

 
 
8 Giugno Giornata Mondiale degli Oceani 2012
Il futuro è nelle giovani generazioni


Oggi si celebra la Giornata Mondiale degli Oceani, organizzata a partire dal 2002 dal The Ocean Project e The World Ocean Network



[leggi tutto]

 
 
 
 
 
 
2018
 
2008  2009  2010  2011  2012  2013  2014  2015  2016  2017  2018