GREENTERNET: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
   
 
     
 
 
     
     
 

AMBIENTE

 Facebook            
Uno contro Uno
La nuova normativa RAEE entra in vigore il 19 maggio
 

Marina Berardi
5/19/2010
 

 

EMAIL

Finalmente, dopo un lungo iter di approvazione l'8 marzo 2010 è entrato in vigore il decreto n.65 che attua le indicazioni dell'"Uno contro Uno"  adottato con il DL 151/2005 "Attuazione delle direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell'uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche, nonché allo smaltimento dei rifiuti".

Il Decreto attuativo dell'"uno contro Uno" è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.102 del 4 maggio ultimo scorso. Secondo tale principio, il distributore o il rivenditore di apparecchiature elettriche ed  od elettroniche destinate all'uso delle famiglie è obbligato a ritirare gratuitamente l'apparecchiatura in via di sostituzione e a predisporne il trasporto presso i centri di raccolta autorizzati. A partire da oggi i distributori avranno 30 giorni per iscriversi nell'apposita sezione dell'Albo Nazionale Gestori Ambientali (ad oggi la sezione non è presente sul sito, né sono citati i riferimenti normativi aggiornati) ed organizzare il ritiro.

Dal 18 giugno i consumatori non avranno quindi più dubbi sullo smaltimento del loro apparecchio elettronico rotto o semplicemente obsoleto e potranno conferirlo gratuitamente al negoziante direttamente nel punto vendita o al momento della consegna a domicilio, a fronte dell'acquisto di un nuovo analogo prodotto.

Tutti i distributori sono obbligati ad informare i consumatori sulla gratuità del ritiro in modo chiaro e di immediata percezione, avvalendosi anche di avvisi ben leggibili situati nei punti vendita, durante le trasmissioni televisive o ancora nelle pagine dei siti di e-commerce.

Per mantenere traccia dei rifiuti elettronici i distributori dovranno mantenere per tre anni un registro dei prodotti ritirati. L'obiettivo della norma è quello di trovare una soluzione concreta al problema dello smaltimento illecito dei rifiuti elettrici ed elettronici.

Il rivenditore, per completare la procedura di riciclo dovrà consegnare gli apparecchi ritirati ai centri di raccolta autorizzati. Dai centri di raccolta, i RAEE saranno presi in  consegna dai Sistemi Collettivi come ReMedia, che ne garantiranno il trasferimento presso gli impianti di trattamento e di riciclo.

Finora il riciclo degli apparecchi elettrici ed elettronici ha  raggiunto un livello "soddisfacente" unicamente per quanto riguarda la raccolta di tv e grandi elettrodomestici, mentre per la "piccola elettronica di consumo" il tasso di raccolta è inferiore al 10 %. 

Se la politica dell'"Uno contro Uno" ottenesse anche soltanto l'effetto di raddoppiare la quantità di piccoli elettrodomestici o piccola elettronica riciclata (portando il valore dagli attuali 3Kg medi pro-capite ai 6Kg), si otterrebbe:

-  la riduzione dei rifiuti dispersi nell' ambiente o inviati in discarica;

- il raddoppio del giro di affari delle aziende legate all'intero processo di riciclo;

- l'avvio di un processo di recupero di materie prime essenziali come i REE (Rare Earth Elements) contenuti ad esempio nei telefonini.

Il recupero dei materiali essenziali come i REE diventa sempre più importante anche in considerazione del fatto che la Cina (che produce il 97%  del totale mondiale di REE) ha annunciato di voler interrompere le esportazioni nel 2012.

Qualche numero:
· 11.000 sono le aziende in Italia produttrici di apparecchi elettrici ed elettronici;
· 212.000 addetti;
· 32 miliardi di euro di fatturato annuo complessivo;
· 40 impianti di riciclo dei RAEE (tutti i tipi) attivi in Italia.

Come funziona in pratica "Uno contro Uno"? Chi paga? E chi ci guadagna?

· Le piazzole ecologiche messe a disposizione dai comuni riceveranno i RAEE dai cittadini e dalla distribuzione. Il Centro di Coordinamento istituito presso i consorzi dei produttori smisterà i “ritiri” dei RAEE tenendo conto della tipologia di rifiuti trattati da ogni consorzio e delle sue quote di mercato;
· I Consorzi dei produttori sosterranno i costi della logistica, dalle piazzole in poi, ed i costi del riciclo. Saranno i Consorzi ad attivare contratti con le imprese private di trasporto e con gli impianti di riciclo, e a garantire l’effettivo riciclo. In questo senso i produttori si sostituiscono ai comuni nella gestione/smaltimento/riciclaggio dei rifiuti elettrici ed elettronici;
· I cittadini potranno conferire i RAEE presso le piazzole ecologiche e anche presso la distribuzione (qualora acquistino un prodotto nuovo equivalente);
· Il finanziamento del sistema verrà assicurato da un eco-contributo che verrà applicato su tutti i prodotti nuovi, e che potrà essere reso visibile oppure no, od anche incluso nel prezzo complessivo.

Né il singolo cittadino né il distributore avranno dei vantaggi immediati e tangibili dall'"Uno contro Uno", probabilmente i consorzi ed i gestori degli impianti di riciclo avranno un ritorno economico e genereranno valore per se e per la collettività. Ovviamente chi avrà il maggior guadagno una volta tanto sarà l'ambiente.  

commenta...

 Facebook            
 
 
 
MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
Crowdfunding e CrowdFuture
L'alternativa possibile


Di crowdfunding, ovvero il processo di finanziamento collaborativo a favore di progetti, iniziative e startup, si parla da tempo in tutto il mondo, ed iniziano ad esserci casi di successo grandi e piccoli.

[leggi tutto]

 
 
AMBIENTE
Imagine All the Water
La seconda puntata di Generation Awake


“Imagine All the Water” è la seconda parte della campagna di informazione lanciata in primavera dalla Direzione Ambiente dell’Unione Europea “Generation Awake” ?

[leggi tutto]

 
 
Meat Free Monday
GreenWashing o impegno reale?


"Meat Free Monday" letteralmente "niente carne il lunedì" è un sito che aiuta gli utenti ad avere un giorno della settimana in cui non si mangia carne (non necessariamente il lunedì),

[leggi tutto]

 
 
La CO2 nel mondo
Il nuovo atlante interattivo di The Guardian


The Guardian ha recentemente pubblicato un atlante delle emissioni di CO2 dovute al consumo di energia nel mondo. Dall’atlante interattivo è possibile analizzare i dati singoli o per aree, sia in valori assoluti in termini di tonnellate per paese, sia di tonnellate per abitante e per anno, ed anche in rapporto al PIL (tonnellate per milione di dollari di PIL).

[leggi tutto]

 
 
Rio +20 Messages from the World
Eco dal Mondo


Dal 20 al 22 giugno a distanza di venti anni dalla prima conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile si terrà a Rio de Janeiro "Rio 20+". Durante la conferenza persone da ogni parte del globo si riuniranno per discutere sulle azioni da intraprendereper gestire in modo sostenibile e duraturo il nostro futuro comune.

[leggi tutto]

 
 
8 Giugno Giornata Mondiale degli Oceani 2012
Il futuro è nelle giovani generazioni


Oggi si celebra la Giornata Mondiale degli Oceani, organizzata a partire dal 2002 dal The Ocean Project e The World Ocean Network



[leggi tutto]

 
 
 
 
 
 
2018
 
2008  2009  2010  2011  2012  2013  2014  2015  2016  2017  2018