GREENTERNET: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
   
 
     
 
 
     
     
 

RICICLO

 Facebook            
Camere d'aria e vecchi pneumatici...
Nuovi usi per vecchi materiali
 

Marina Berardi
4/19/2010
 

 

EMAIL

La percentuale di riciclo degli pneumatici in Italia è gradualmente cresciuta, passando dal 33% del 2000 a circa il 50% dell'anno scorso su un totale medio di circa 400.000 tonnellate/anno di pneumatici. Il riciclo degli pneumatici avviene prevalentemente mediante due differenti processi industriali: la "ricopertura" dello pneumatico con sostituzione del battistrada e la trasformazione in granuli che diventano materia prima per l'industria, per l'edilizia e per l'arredo urbano.

Le lavorazioni necessarie per il riciclo degli pneumatici negli impianti "tradizionali" richiedono molta energia, riducendo almeno parzialmente i benefici dell'operazione. Una giovane società statunitense di Great Valley, la Re-Tread ha brevettato un processo di riciclo e riutilizzo degli pneumatici molto interessante.

Re_Tread Tyre Log

Anziché ridurre l'intero pneumatico in granuli, la Re-Tread separa preventivamente iI battistrada dalla spalla ed avvia i semilavorati su due linee di trattamento diverse. Le "spalle" vengono stoccate per il successivo invio ai tradizionali impianti di triturazione e di riciclaggio, le strisce di battistrada vengono arrotolate in "tronchi di gomma" che possono essere utilizzati come materiale da costruzione e da contenimento. Il processo è molto più "ecologico" in quanto i battistrada vengono riutilizzati direttamente, la quantità di pneumatico inviata al riciclaggio è nettamente inferiore ed il processo di triturazione delle spalle richiede meno energia che la triturazione dello pneumatico completo.  

Una percentuale crescente degli pneumatici e delle camere d'aria viene riciclata per il design di tendenza e per l'eco-design. Dalle suole da scarpe realizzate artigianalmente in Africa o industrialmente in Italia ad esempio da Uroads, agli oggetti ed alle borse.

Tra questi, l’ultima tendenza dell’eco-design si chiama Hell’s Kitchen: borse, caschi e accessori Made in Italy dalla filosofia 100% chic recycle, create dallo stilista veronese Marco Lai. Evitano lo smaltimento inquinante della camera d’aria e la riutilizzano con nuovi scopi.

Hell's KitchenIl nome del marchio trae ispirazione dal quartiere Hell’s Kitchen di New York per parlare di cambiamento: malfamato fino al secolo scorso, è oggi una delle zone più in voga della Grande Mela. Allo stesso modo, vecchie camere d’aria, cinture di sicurezza delle auto, camice e t-shirt vintage, rinascono a nuova vita, decisamente più glamour di quella precedente!

Hell's Kitchen recupera la camera d’aria presso i gommisti o i centri di smistamento regionali. Le cinture di sicurezza delle auto - che diventeranno tracolle delle borse – vengono acquistate dalle auto-demolizioni di tutta Italia. Infine, l’abbigliamento vintage necessario per la fodera interna è acquistato dai grossisti dell’usato europeo ed americano. Ogni borsa, unica ed irripetibile, è realizzata in Italia e seguirà il suo fortunato possessore ancora per kilometri e kilometri.

 

 

commenta...

 Facebook            
 
 
 
MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
Crowdfunding e CrowdFuture
L'alternativa possibile


Di crowdfunding, ovvero il processo di finanziamento collaborativo a favore di progetti, iniziative e startup, si parla da tempo in tutto il mondo, ed iniziano ad esserci casi di successo grandi e piccoli.

[leggi tutto]

 
 
AMBIENTE
Imagine All the Water
La seconda puntata di Generation Awake


“Imagine All the Water” è la seconda parte della campagna di informazione lanciata in primavera dalla Direzione Ambiente dell’Unione Europea “Generation Awake” ?

[leggi tutto]

 
 
Meat Free Monday
GreenWashing o impegno reale?


"Meat Free Monday" letteralmente "niente carne il lunedì" è un sito che aiuta gli utenti ad avere un giorno della settimana in cui non si mangia carne (non necessariamente il lunedì),

[leggi tutto]

 
 
La CO2 nel mondo
Il nuovo atlante interattivo di The Guardian


The Guardian ha recentemente pubblicato un atlante delle emissioni di CO2 dovute al consumo di energia nel mondo. Dall’atlante interattivo è possibile analizzare i dati singoli o per aree, sia in valori assoluti in termini di tonnellate per paese, sia di tonnellate per abitante e per anno, ed anche in rapporto al PIL (tonnellate per milione di dollari di PIL).

[leggi tutto]

 
 
Rio +20 Messages from the World
Eco dal Mondo


Dal 20 al 22 giugno a distanza di venti anni dalla prima conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile si terrà a Rio de Janeiro "Rio 20+". Durante la conferenza persone da ogni parte del globo si riuniranno per discutere sulle azioni da intraprendereper gestire in modo sostenibile e duraturo il nostro futuro comune.

[leggi tutto]

 
 
8 Giugno Giornata Mondiale degli Oceani 2012
Il futuro è nelle giovani generazioni


Oggi si celebra la Giornata Mondiale degli Oceani, organizzata a partire dal 2002 dal The Ocean Project e The World Ocean Network



[leggi tutto]

 
 
 
 
 
 
2018
 
2008  2009  2010  2011  2012  2013  2014  2015  2016  2017  2018