GREENTERNET: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
   
 
     
 
 
     
     
 

AZIENDA ETICA

 Facebook            
Renzo Landi: il successo dell'azienda emiliana si chiama avanguardia e formazione
Il caso
 

Sandro Zinani
12/9/2009
 

 

EMAIL

Mentre il 2009 volge al termine lasciandoci in eredità le difficoltà e le distorsioni della crisi economica internazionale che sembra non concedere tregua alle economie occidentali, la Renzo Landi di Reggio Emilia si prepara ancora una volta a chiudere l’anno nel segno del successo. La piccola multinazionale emiliana dopo aver chiuso il 2008 con un fatturato di 216 milioni di euro, pari ad una crescita del 32% su base annua, ha archiviato i primi nove mesi del 2009 con ricavi per 177 milioni di euro, pari ad un incremento del 10% rispetto all’anno passato, risultati che non hanno eguali nell’attuale panorama industriale italiano . La ricetta dell’azienda reggiana sembra è semplice: priorità alla ricerca, solida presenza sul territorio, offerta di un modello produttivo che sposa sostenibilità a funzionalità.

L’azienda di Cavriago, guidata dal giovane amministratore delegato Stefano Landi, si occupa della produzione di sistemi di alimentazione a gpl e metano per autotrazione ed al momento controlla oltre il 30% del comparto mondiale di riferimento. Un’azienda che occupa 900 dipendenti, presente con proprie controllate nella maggior parte dei mercati internazionali - tra cui figurano Polonia,Olanda, Brasile, Pakistan, Cina e Iran -, che investe parte del proprio fatturato (4-5%) in attività di sviluppo e ricerca e che dal 2007 è presente in Borsa collezionando ottime performance: tutto questo è Renzo Landi.

Se guardiamo al business model della società risulta evidente l’orientamento all’eco-sostenibilità che caratterizza il gruppo: la scelta del gpl e del metano non è infatti casuale,si tratta infatti di un’opzione che privilegia un combustibile pulito che presenta un livello di emissioni di CO2 e monossido di carbonio largamente inferiori rispetto ai tradizionali combustibili come benzina e metano (in particolare la riduzione è del -15% per la Co2 e -20% per il monossido di carbonio).  La Landi si fa promotrice quindi dell’utilizzo di sistemi sì all’avanguardia ma che nello stesso tempo riducono l’inquinamento atmosferico, fanno fronte ai cambiamenti ambientali e concorrono ad aumentare la qualità della vita. Il grande interesse accordato alle attività di ricerca si inserisce quindi in una visione complessiva del processo produttivo inteso non solo come fonte immediata di ricchezza materiale ma anche e soprattutto come fonte di ricchezza collettiva da salvaguardare e accrescere. Tutte queste attività vanno infatti nella direzione di una politica di sviluppo dei combustibili alternativi che possa offrire prodotti meno costosi e contemporaneamente rispettosi dell’ambiente.

Esempio lampante di questo continuo work in progress, inteso a creare soluzioni all’avanguardia e portatrici di una mobilità ecosostenibile, è il progetto a cui attualmente il gruppo dedica gran parte delle proprie ricerche negli Usa insieme al colosso di Detroit General Motors. Nello specifico si tratta di un programma di ricerca volto a produrre quella che probabilmente sarà l’automobile del futuro, ovvero l’auto ad idrogeno;  se il progetto andrà in porto, al momento si parla di un’attesa che dovrebbe durare fino al 2012, assisteremo ad una radicale rivoluzione per quanto concerne il settore automobilistico dal momento che  si tratterà di offrire un prodotto a zero impatto ambientale e destinato a mandare in soffitta tutti i vecchi combustibili che fino ad oggi hanno alimentato i motori.

Tra i progetti della società emiliana che meglio descrivono questa politica di responsabilità sociale troviamo la Renzo Landi Corporate University, scuola aziendale creata dal gruppo nel 2006 e che si propone l’obiettivo di sviluppare temi che vanno dalla ricerca ed innovazione tecnologica fino allo studio e all’elaborazione di strategie di mercato e comunicazione.  Dietro alla nascita di questa realtà sta la visione del mondo della famiglia Landi: l’alta considerazione per il capitale umano inteso come principale patrimonio aziendale e quindi da formare e sviluppare, la necessità di  promuovere un percorso volto alla diffusione della cultura di una mobilità sostenibile, il farsi carico della promozione del benessere della collettività attraverso una propria responsabilità sociale. Ed ecco quindi che la Landi Corporate University  diventa il centro di raccolta di menti provenienti da tutto il mondo a cui viene data l’opportunità di di formarsi e di partecipare all’elaborazione dei progetti aziendali.

Il profilo della società emiliana, i traguardi raggiunti, i successi che stanno oltre l’angolo sono lì a testimoniare ancora una volta il valore sociale che può, e che deve, esprimere un’azienda prima ancora del suo mero valore materiale.  

commenta...

 Facebook            
 
 
 
MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
Crowdfunding e CrowdFuture
L'alternativa possibile


Di crowdfunding, ovvero il processo di finanziamento collaborativo a favore di progetti, iniziative e startup, si parla da tempo in tutto il mondo, ed iniziano ad esserci casi di successo grandi e piccoli.

[leggi tutto]

 
 
AMBIENTE
Imagine All the Water
La seconda puntata di Generation Awake


“Imagine All the Water” è la seconda parte della campagna di informazione lanciata in primavera dalla Direzione Ambiente dell’Unione Europea “Generation Awake” ?

[leggi tutto]

 
 
Meat Free Monday
GreenWashing o impegno reale?


"Meat Free Monday" letteralmente "niente carne il lunedì" è un sito che aiuta gli utenti ad avere un giorno della settimana in cui non si mangia carne (non necessariamente il lunedì),

[leggi tutto]

 
 
La CO2 nel mondo
Il nuovo atlante interattivo di The Guardian


The Guardian ha recentemente pubblicato un atlante delle emissioni di CO2 dovute al consumo di energia nel mondo. Dall’atlante interattivo è possibile analizzare i dati singoli o per aree, sia in valori assoluti in termini di tonnellate per paese, sia di tonnellate per abitante e per anno, ed anche in rapporto al PIL (tonnellate per milione di dollari di PIL).

[leggi tutto]

 
 
Rio +20 Messages from the World
Eco dal Mondo


Dal 20 al 22 giugno a distanza di venti anni dalla prima conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile si terrà a Rio de Janeiro "Rio 20+". Durante la conferenza persone da ogni parte del globo si riuniranno per discutere sulle azioni da intraprendereper gestire in modo sostenibile e duraturo il nostro futuro comune.

[leggi tutto]

 
 
8 Giugno Giornata Mondiale degli Oceani 2012
Il futuro è nelle giovani generazioni


Oggi si celebra la Giornata Mondiale degli Oceani, organizzata a partire dal 2002 dal The Ocean Project e The World Ocean Network



[leggi tutto]

 
 
 
 
 
 
2018
 
2008  2009  2010  2011  2012  2013  2014  2015  2016  2017  2018