GREENTERNET: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
   
 
     
 
 
     
     
 

CONSUMI ETICI

 Facebook            
Guerra ai Wattivori
Quanto valgono i consumi occulti
 

Marina Berardi
11/16/2009
 

 

EMAIL

I media continuano a segnalare la difficoltà delle famiglie ad arrivare alla fine del mese. Se intervistate, le famiglie affermano che per risparmiare tagliano le spese per i generi voluttuari, per l'abbigliamento o nei casi più gravi per l'alimentazione, perché il costo delle spese correnti della casa (acqua, elettricità, telefono, riscaldamento,..) assorbe buona parte del reddito disponibile.

I media ci presentano anche tante aziende che arrancano, che applicano lo stesso tipo di tagli.

Da più voci vengono richiesti interventi da parte del governo per sostenere le famiglie e le imprese in un momento di congiuntura non proprio favorevole. Eppure sono possibili alcuni interventi a "costo zero" che possono rendere qualche centinaio di euro all'anno a tutti indistintamente.

La prima area di intervento è quella dei consumi elettrici, sia in casa che in azienda. Lo sapevate che i consumi elettrici medi delle famiglie sono quadruplicati negli ultimi 40 anni? E che lo stesso è successo sui consumi complessivi del paese?

Se é' vero che nelle nostre case c'è un comfort molto maggiore di quello di 40 anni fa, che l'assorbimento della nuova generazione di un elettrodomestico è sensibilmente inferiore a quello della generazione precedente e che il nostro nuovo elettrodomestico è molto più intelligente del precedente, é anche vero che quasi tutti gli apparecchi hanno la modalità stand-by che permette l'attivazione immediata dell'apparecchio. Ma quanto vale in un anno questa possibilità? Vale dall'8% al 30% della bolletta elettrica della famiglia media. (cfr: Progetto Micene Politecnico di Milano). Ed è solo la modalità stand-by. Ed il PC di casa? Lo accendiamo solo quando lo utilizziamo o lo abbiamo sempre acceso? Un utilizzo medio di 6 ore al giorno costa annualmente circa 200 euro. Un PC con un'alimentazione da 400 W, che rimane acceso in permanenza aggiunge alla bolletta elettrica altri 400 Euro all'anno. E se i PC fossero di più? E gli alimentatori? Nella famiglia media (2 genitori e 1 figlio) abbiamo almeno due alimentatori a componente, tra telefonini, Ipod, sveglie, ecc. 10 kW ad alimentatore 60 kW come una lampadina ad incadescenza (ormai non più sul mercato perché troppo "Wattivora") accesa in permanenza. In soldini circa 100 Euro all'anno. (60 kW x 8760 h/anno x 0,20 Euro/kW / 1000) = 105, 12 Euro)

Certo, per la singola famiglia ed in termini puramente economici non sono grandi risparmi, complessivamente possiamo arrivare ai 400-500 euro all'anno. Considerando che questi euro "non costano nulla" e "piovono" dal cielo sono comunque graditi.

Se consideriamo il costo ambientale di questo spreco di energia questo risparmio vale molto di più. Qualche dato: mediamente per ogni kW di energia elettrica prodotto in Europa si producono 460 grammi di CO2.

Il risparmio annuale di 500 Euro della singola famiglia equivale a 2.500 kW di energia elettrica ed a 1.150 Kg di CO2.

E questo è ancora poco, quanta Energia e CO2 risparmieremmo dichiarando guerra agli scaldabagni elettrici che hanno un'efficienza energetica complessiva minima (circa il 10%).

"Quando ci laviamo le mani sotto l'acqua calda, riscaldata con uno scaldabagno elettrico, usiamo acqua a 30-35 gradi. Ma la gran parte dell'elettricità è stata prodotta in centrali termoelettriche, che bruciano petrolio o gas a migliaia di gradi centigradi e che, con un rendimento decisamente basso (mediamente 40%), trasformano il calore in energia elettrica. Questa a sua volta per arrivare a casa nostra, deve scontare le perdite di rete (6-10%). Lo scaldabagno, infine, disperde calore durante le ore di inutilizzo, è a sua volta poco efficiente anche a causa delle incrostazioni... Conclusione: il rendimento complessivo e' bassissimo, anche del 10%.
E' molto meglio bruciare il combustibile a casa nostra per riscaldare l'acqua direttamente. Il rendimento di una normale caldaia a metano si aggira intorno all'80%, mentre quelle a condensazione (per le basse temperature) arrivano vicine al 100%. Pertanto, rispetto allo scaldabagno elettrico, uno a gas consente di risparmiare due terzi dell'energia primaria impiegata a monte per fornirci lo stesso identico servizio! " (da
:
viviconstile.org)

Pensiamoci!

commenta...

 Facebook            
 
 
 
MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
Crowdfunding e CrowdFuture
L'alternativa possibile


Di crowdfunding, ovvero il processo di finanziamento collaborativo a favore di progetti, iniziative e startup, si parla da tempo in tutto il mondo, ed iniziano ad esserci casi di successo grandi e piccoli.

[leggi tutto]

 
 
AMBIENTE
Imagine All the Water
La seconda puntata di Generation Awake


“Imagine All the Water” è la seconda parte della campagna di informazione lanciata in primavera dalla Direzione Ambiente dell’Unione Europea “Generation Awake” ?

[leggi tutto]

 
 
Meat Free Monday
GreenWashing o impegno reale?


"Meat Free Monday" letteralmente "niente carne il lunedì" è un sito che aiuta gli utenti ad avere un giorno della settimana in cui non si mangia carne (non necessariamente il lunedì),

[leggi tutto]

 
 
La CO2 nel mondo
Il nuovo atlante interattivo di The Guardian


The Guardian ha recentemente pubblicato un atlante delle emissioni di CO2 dovute al consumo di energia nel mondo. Dall’atlante interattivo è possibile analizzare i dati singoli o per aree, sia in valori assoluti in termini di tonnellate per paese, sia di tonnellate per abitante e per anno, ed anche in rapporto al PIL (tonnellate per milione di dollari di PIL).

[leggi tutto]

 
 
Rio +20 Messages from the World
Eco dal Mondo


Dal 20 al 22 giugno a distanza di venti anni dalla prima conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile si terrà a Rio de Janeiro "Rio 20+". Durante la conferenza persone da ogni parte del globo si riuniranno per discutere sulle azioni da intraprendereper gestire in modo sostenibile e duraturo il nostro futuro comune.

[leggi tutto]

 
 
8 Giugno Giornata Mondiale degli Oceani 2012
Il futuro è nelle giovani generazioni


Oggi si celebra la Giornata Mondiale degli Oceani, organizzata a partire dal 2002 dal The Ocean Project e The World Ocean Network



[leggi tutto]

 
 
 
 
 
 
2018
 
2008  2009  2010  2011  2012  2013  2014  2015  2016  2017  2018