MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
 
   

di Roberto Deidda

151

13/11/2008

 

To Beer or not to Beer? Vuoti a Rendere

Beer Bottles nei luoghi pubblici. Il design sostenibile
 



Il mondo verrà salvato da un artista o da un ingegnere?

Nell'attesa di trovare la risposta a questa domanda MY-GREEN scommette sul design, sostenibile. Sintesi di forma e funzione, traduzione concreta della creatività, il design sostenibile si propone come una soluzione a problemi che apparentemente sembrano irrisolvibili.

Il problema che il concorso internazionale "Beer Bottles nei luoghi pubblici", organizzato da O2 Italia in collaborazione con Co-Creando, vuole affrontare è quello delle bottiglie di birra di vetro rotte e abbandonate che degradano spazi pubblici.

Partendo dal presupposto che vietare il consumo delle bibite è si una soluzione, ma troppo radicale, si cercano idee alternative per risolvere una questione che crea disagio tra i cittadini che abitano nelle vicinanze di locali "alla moda", costretti a camminare in un cimitero di cocci di bottiglia, e degrado urbano degli spazi pubblici e dell'ambiente.

Il problema è comune a molte città, da Milano a Roma, e finora le istituzioni, pur intervenendo con delle ordinanze per tutelare i cittadini e i monumenti, non hanno ottenuto risultati significativi. Sia vendere dopo le 21 bevande solo in bicchieri di plastica che transennare delle aree negli orari notturni, non si sono rivelate soluzioni soddisfacenti.

Ed ecco la richiesta d'aiuto al design sostenibile. Attraverso un contest, che pone due semplici domande:

Come il design può essere uno strumento per affrontare il degrado sociale ed ambientale nelle aree pubbliche?

Come le bottiglie vuote di vetro, abbandonate nei luoghi pubblici potrebbero creare delle opportunità di design?

Già, come?

Il concorso, patrocinato dal Comune di Milano e da Legambiente, così enuncia: I partecipanti sono invitati a sviluppare uno scenario e i relativi prodotto(i) e/o servizi(o) considerando tutti i soggetti che sono coinvolti nelle diverse fasi del ciclo di vita del prodotto (compresi i produttori e i distributori delle bevande, i bar, i pub, i locali, i commercianti, i venditori ambulanti, i residenti, fino ai gruppi di consumatori e all'AMSA, l’azienda che gestisce la raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani della città di Milano). I partecipanti sono invitati a sviluppare soluzioni creative, caratterizzate da un lato a minimizzare l’impatto ambientale e dall’ altro a dare maggiore soddisfazione sociale.

Il termine per l’iscrizione è il 15 dicembre e i criteri che verranno presi in considerazione in fase di valutazione sono: fattibilità, creatività, impatto ambientale, armonia sociale, estetica, efficienza economica.

Per maggiori informazioni, qui il bando del concorso

E che il gioco della bottiglia abbia inizio.

 

Condividi

 Facebook                        Upnews

Commenti


commenta...
 
nel numero 17 del 03/03/2009:
258 Ecoincentivi Auto: Ancora Altre Auto
259 Hollywood per l'Ambiente
260 La Febbre del Sabato Serra
261 Lotta al Cambiamento Climatico
262 Farmer's Market: la Nuova Dimensione del Consumo
263 Popolo di Inventori. Eco-Sostenibili
264 Design sostenibile e “sostenuto”
265 Latte Crudo Buono e... Sano
266 Aiutati che la Natura ti Aiuta
267 Momix Bothanica
268 Ma i Centauri Sognano Motociclette Elettriche?
269 La Buona Notizia
nel numero 16 del 20/02/2009:
250 Una Ricerca di Google ci Salverà?
251 Progettare Minimo, Minimo Progettare
252 USA - Cina Insieme per un'Energia più Pulita
253 Un aeroporto da Restare senza Fiato
254 Sposarsi in Verde
255 La Grande Mela. Verde
256 The Age of Stupid
257 La Buona Notizia
nel numero 15 del 11/02/2009:
241 Sette Giorni per il Clima
242 Dalla Silicon Valley alla Sun Valley
243 E Luce Fu. Un po’ di Meno
244 Madre Terra
245 Il Gadget del Vicino è Sempre più Verde
246 MY-GREEN Valentine
247 Biocarburanti di 3a Generazione
248 La Buona Notizia
249 Japan Airlines 747 Flies More Efficently with Biofuels than with Jet-A Fuel
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>
 
MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile