MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
 
   

di Cristina Carnevali

105

10/10/2008

 

I falsi miti della carta riciclata

Cancelliamo i pregiudizi sulla carta amica dell'ambiente.
 



Spesso circolano notizie errate sugli argomenti più disparati. Anche sulla carta riciclata si sentono parecchie bufale ed ecco quindi nascere in MY-GREEN l'esigenza di chiarezza.

La carta riciclata è di scarsa qualità rispetto a quella con sole fibre vergini.
No. Le fibre della carta riciclata danno più che soddisfacenti risultati in termini di qualità.

La carta riciclata non si può riciclare.
No. Le fibre della carta possono essere riutilizzate fino a 5/6 volte. Certo è che non si possono riciclare tutti i tipi di carta. Da escludere i prodotti monouso, quali tovaglioli, fazzoletti, carta igienica, ecc.

La carta riciclata rovina stampanti e fotocopiatrici.
No. I produttori di fotocopiatrici e stampanti affermano che i loro prodotti funzionano perfettamente anche con la carta riciclata. Eventuali anomalie seguono ad una scorretta conservazione della carta, sia riciclata che non.

La carta riciclata non dà buoni risultati di stampa.
No. La carta riciclata è più porosa di quella con fibre vergini, ma questo non influisce sulla qualità della stampa.

La carta riciclata è scura.
No. Molti anni fa era così. Al giorno d'oggi si trova carta riciclata bianca come siamo abituati a vederla.

La carta riciclata ingiallisce più rapidamente.
No. La lignina è l'elemento naturale che causa l'ingiallimento della carta e si può trovare anche nella carta a fibre vergini. Per riconoscere quella che non ingiallisce cercate la dicitura "woodfree".

La carta riciclata inquina a causa dei processi sbiancanti.
No. Ci sono sbiancanti ecosostenibili certificati che non inquinano le acque. È necessario badare ai simboli che garantiscono l'utilizzo di questi sbiancanti naturali.

La carta riciclata puzza e produce più polvere di quella non riciclata.
No. In passato era così, ma si sono evoluti i sistemi di produzione e la carta riciclata non rilascia fibre (briciole di carta) e non puzza.

La carta riciclata si strappa più facilmente.
Ni. Subendo una riduzione della lunghezza delle fibre può risultare più fragile della carta non riciclata, ma per gli usi quotidiani non dà problemi. In caso di usi particolari allora si può acquistare la carta certificata FSC o quella mista, con fibre riciclate e vergini.

La carta igienica riciclata è meno morbida.
Ni. In commercio se ne trovano di morbide anche a due veli, basta saper scegliere (ad esempio Eco Lucart).

Con la carta riciclata non si può usare la gomma per cancellare.
No. Provare per credere.

La carta riciclata non salva gli alberi.
Ni. Gli alberi non sono tagliati solo per la produzione della carta, ma vengono utilizzati per vari scopi. Si può affermare che riciclare la carta ottimizza lo sfruttamento di un albero.

Il processo produttivo della carta riciclata richiede un maggior dispendio di energie e, in fin dei conti, inquina di più.
No. Per produrre la carta riciclata si ha fino al 70% di risparmio di energia.
La falsa credenza nasce dal fatto che per la carta vergine le cartiere producono parte dell'energia bruciando la lignina estratta dagli alberi. Alla fine dei conti però non c'è una riduzione dei consumi energetici comparabile col ciclo produttivo della carta riciclata.
Indubbiamente l'introduzione delle energie rinnovabili (sole, vento) nel processo produttivo, sarebbe una svolta per la salvaguardia ambientale.
Alcuni sostengono che la carta riciclata comporti maggiori emissioni di CO2 rispetto alla carta vergine. Dicono questo perché per raccogliere la carta ci si avvale dei camion, inquinatori d'eccellenza.
Le quantità di emissioni sono influenzate da moltissime variabili e non è possibile avere un dato assoluto.

Riciclare la carta porta alla salvaguardia delle foreste, alla riduzione dei volumi dell'immondizia, al risparmio energetico e a minori emissioni da parte delle cartiere.

Fonti: www.greenpeace.it, www.foe.co.uk, www.napm.org.uk, rps.gn.apc.org (alcuni siti sono in inglese)

 

Condividi

 Facebook                        Upnews

Commenti


commenta...
 
nel numero 29 del 02/01/2010:
379 Buon anno Mondo!
380 COP15
381 Roma e la Terza Rivoluzione Industriale
382 Italia: 2009, considerazioni sulla vivibilità
383 Ricostruzione Abruzzo
384 Greenpeace: ecco le aziende hi tech eco-sostenibili
386 H&M e l'invasione del cotone mutante
390 Fà la cosa giusta 2010
412 Spiagge italiane:
414 Ecoturismo in crescita:
417 I Souvenir da Evitare per le Eco-Vacanze
419 “Vacanze Romane”
420 Eco-Catamarano Plastiki
421 Olio fritto, dove si butta?
422 Ecospiaggia 2010;
nel numero 28 del 16/11/2009:
371 Fine della caduta.
372 Banda larga: facciamo il punto
373 Guerra ai Wattivori
374 Summit Copenhagen 2009
375 Fao: Summit sulla Sicurezza Alimentare 2009
376 Renzo Landi: il successo dell'azienda emiliana si chiama avanguardia e formazione
377 Brunello Cucinelli
378 Professioni Verdi
nel numero 27 del 02/10/2009:
365 Segnali di ripresa
366 Green Economy: quando l'agricoltura non è più un taboo
367 Crisi e aziende: dove vanno le banche.
368 Condivisione degli utili tra impresa e lavoratori
369 eBook: se i grandi snobbano i piccoli
370 Abi: luci ed ombre sulla moratoria per le famiglie
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>
 
MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile